Pro e contro della sostituzione vasca con doccia

Rating: 5.0. From 4 votes.
Please wait...
  • Grazie a una doccia multifunzione fare la doccia può diventare un'esperienza emozionante.
    Uno splendido esempio di doccia multifunzione.

Perchè si dovrebbe sostituire la propria vasca con una doccia? Scopriamo insieme i pro e contro della sostituzione vasca con doccia.

 

Sostituire la vasca con la doccia conviene?

 

Organizzare e progettare spazi ristretti è una delle sfide più grandi per gli appassionati designers.
A volte si è costretti a sfruttare ogni centimetro di spazio per renderlo piacevole e funzionale, soprattutto per quanto riguarda i bagni delle case moderne, spesso di dimensioni davvero limitate. Lo spazio diventa ancora più problematico se nel bagno è installata una vasca e, per questa ragione, molti preferiscono passare da vasca a doccia.

Ma è proprio vero che l’unico vantaggio della doccia, rispetto alla vasca, è che occupa meno spazio in bagno? Oppure è anche vero che avere la doccia, anziché la vasca, può comportare degli svantaggi? In molti si pongono la domanda se sostituire la vasca da bagno con la doccia sia conveniente e quali potrebbero essere i vantaggi di quello che, in definitiva, sarebbe un vero e proprio restyling all’interno del nostro bagno.

Ma perché togliere la vecchia, cara vasca da bagno e montare al suo posto una nuova doccia? Se nel nostro bagno c’è sempre stata la vasca, come mai sentiamo l’esigenza di sbarazzarcene e di passare alla doccia? Insomma, quali sono i pro e contro della sostituzione vasca con doccia?

Certamente la questione sottintende delle ragioni di carattere soggettivo. Alcuni prediligono farsi un lungo bagno nelle comodità della vasca, magari per il piacere di sentirsi avvolti dal tepore benefico dell’acqua arricchita di essenze profumate.

Altri, invece, non rinuncerebbero mai a una più sbrigativa doccia, per ragioni di praticità e di tempo.
Fatto sta che la scelta tra le due soluzioni, in apparenza banale, può invece risultare determinante per le nostre abitudini di igiene personale.

Ecco allora che può essere utile capire se sia davvero conveniente regalare una nuova doccia al nostro bagno.
La cosa migliore sarebbe, per non fare torto a nessuno, avere in casa due bagni, uno con la vasca e l’altro con la doccia. Ma questo non sempre è possibile …

 

 

Vantaggi e svantaggi della vasca da bagno

 

Il primo aspetto da affrontare è lo spazio del nostro bagno. Le moderne vasche da bagno, rispetto alla doccia, occupano molto più spazio. Questo è un punto a loro sfavore, forse il più importante. Pensiamo a un bagno dove lo spazio per muoversi non è molto; la vasca da bagno risulterebbe troppo ingombrante e finirebbe per compromettere la stessa abitabilità del bagno.

Una classica vasca da bagno rettangolare può avere una lunghezza che oscilla tra 140 e 170 cm. La larghezza, in genere, si aggira intorno ai 70 cm. Sono misure medie che devono consentire un comodo accesso e una confortevole ed ergonomica esperienza di bagno. Le vasche di forma circolare, dal diametro che può variare tra 160 e 180 cm, vanno bene per i bagni più grandi e possono troneggiare senza problemi al centro della stanza. Ci sono anche modelli ideati appositamente per spazi limitati, ma parliamo di vasche che misurano poco più di 100 cm di lunghezza … non troppi per sprofondare comodamente nel tepore.

Sotto il profilo del design, il mercato propone vasche da bagno molto belle che, in diversi casi, possono essere personalizzate secondo i propri gusti. Esistono modelli molto eleganti che aggiungono fascino e danno un tocco di raffinatezza all’ambiente del bagno. Fare il bagno nella vasca è un’esperienza rigenerante, che ci regala momenti di piacevole rilassamento immersi nell’acqua calda, godendo dei profumi delicati che ci avvolgono e che ci fanno stare meglio. Un piccolo lusso domestico, possiamo dire.

Per gli amanti dei lunghi bagni “romantici”, con candele sui bordi e tante bollicine nell’acqua, la vasca tradizionale rappresenta un lusso irrinunciabile di cui mai si priverebbero per fare posto a una più impersonale doccia. Il top del benessere, anche nell’immaginario collettivo, è prendersi cura di sè in una lussuosa vasca con idromassaggio, meravigliosa per farci coccolare, ma certamente costosa. Esistono vasche per il massaggio Jacuzzi che possono ospitare più persone: il bagno, se di certe dimensioni, può trasformarsi così in una sorprendente spa domestica dove poter invitare anche gli amici.

Ma il benessere, che solo un lungo bagno ristoratore sa offrire, costa. La vasca tradizionale comporta mediamente un consumo idrico maggiore rispetto alla doccia e, di conseguenza, dei consumi ben più alti. Si dice sempre che il tempo è denaro. Fare il bagno nella vasca richiede tempo. Ci vuole tempo a riempirla e, poi, una volta immersi nell’acqua calda non si vorrebbe più uscire. E di tempo, ahimè, oggi non ce n’è mai abbastanza.

Un altro punto a favore della vasca tradizionale è la possibilità di scelta tra numerosi modelli che si differenziano per il design, per i materiali, per gli accessori e, soprattutto per la forma. Infatti, è possibile scegliere tra vasche rettangolari, quadrate, tonde e ovali, per adattarle perfettamente agli spazi a disposizione nel nostro bagno. Le famiglie con bambini molto piccoli tendono a preferire la vasca tradizionale, per una maggiore praticità. Fare il bagno nella vasca a un bambino piccolo è molto più facile che nella doccia. La vasca da bagno non è indicata invece per le persone anziane o per chi ha difficoltà motorie, poiché c’è il rischio di cadute accidentali e risulta per loro difficile accedere alla vasca e fare il bagno in tutta comodità.

 

 

Pro e contro della doccia

 

La doccia presenta moltissimi vantaggi e, forse, qualche svantaggio rispetto alla vasca tradizionale. Il primo vantaggio, come abbiamo visto, è legato allo spazio del nostro bagno. I più piccoli piatti doccia, angolari e quadrati, misurano appena 65×65 cm. Sono quindi molto compatti. Quelli più grandi, rettangolari, possono arrivare a 80×120 cm, comunque sempre meno ingombranti rispetto a una vasca da bagno standard.

I piatti doccia sono disponibili in diversi formati: angolari quadrati, rettangolari, semicircolari, asimmetrici e circolari (ideali per una collocazione al centro del bagno).
Per il fatto di essere completamente chiusa, la doccia presenta inoltre il vantaggio di non lasciare fuoriuscire l’acqua, evitando di bagnare il pavimento del bagno. Anche la fuoriuscita del vapore è più contenuta e, per questo, lo specchio del nostro bagno non si appannerà.

Passare dalla vasca tradizionale alla doccia non presenta particolari problemi di installazione e messa in opera, a meno che la vasca non si trovi in posizioni complicate come ad esempio vicino a una finestra. Il più delle volte, gli attacchi dell’acqua non devono essere spostati e questo significa una minore spesa per l’idraulico. Anche le opere in muratura sono piuttosto semplici.

Fare la doccia, anche se piacevole e rigenerante, è un’operazione abbastanza rapida che può concludersi nel giro di pochi minuti. Praticità, quindi, e migliore gestione della risorsa tempo che comporta, necessariamente, anche un minore consumo di acqua. Inoltre, lavarsi nella doccia è più igienico rispetto al bagno nella vasca dal momento che l’acqua scivola sulla pelle e non ristagna.

Ancora, se paragonata

alla vasca tradizionale, la doccia è più indicata per persone anziane e con disabilità che, con l’ausilio di semplici accorgimenti, non corrono il rischio di cadere o scivolare. Poi ci sono le moderne soluzioni che fanno tendenza: fantastiche docce dotate di tutti quei comfort che si possono trovare solo nei centri benessere come la cromoterapia, il bagno turco, la sauna o l’idromassaggio. L’unico inconveniente, se vogliamo, è giusto l’impossibilità di sdraiarsi. La doccia, di fondo, non presenta svantaggi se non quello di poter avere qualche difficoltà in più quando si tratta di dover lavare bambini molto piccoli.

Una cabina doccia con sauna, oltre che di grande effetto, può allietare i tuoi momenti di relax.

Una cabina doccia con sauna può donare momenti di estremo relax.

Un compromesso: la vasca con doccia

 

Nel dubbio della scelta tra vasca da bagno e doccia, la soluzione migliore potrebbe essere quella di procurarsi una vasca combinata, che unisce la comodità della vasca tradizionale alla funzionalità più essenziale della doccia. Attenzione, in questo caso, allo spazio disponibile poichè le dimensioni di questi modelli possono crescere notevolmente, così come i prezzi, anche perchè si renderebbe necessario un lavoro d’installazione più complesso.

In alternativa, si potrebbe pensare di mantenere la vecchia vasca da bagno, trasformandola in un modello ibrido, con l’inserimento della rubinetteria tipica delle docce e di una chiusura scorrevole per impedire la fuoriuscita dell’acqua.

Una bellissima vasca con doccia combinata è ideale per unire i vantaggi e le comodità di vasca da bagno e doccia, anche sotto il profilo economico.
Questa soluzione potrebbe rappresentare un giusto compromesso per chi ama fare la doccia in cinque minuti e, di tanto in tanto, abbia voglia di concedersi una coccola in più.

 

Un pensiero su “Pro e contro della sostituzione vasca con doccia

  1. Hotel campagnola-Bardolino- VR scrive:

    Visita vs rappresentante o venditore per sostituzione vasca. Grazie

    No votes yet.
    Please wait...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *